Domenica 26 Luglio 2015 dalle 14.30 in poi
presso Wiki Hostel, via Colle Casette 34, Zagarolo

Giornata dedicata all’agricoltura in lotta per l’autodeterminazione!

Banco, degustazioni e aperitivo Genuino con i prodotti di ZOLLE NOMADI

Laboratori di autoproduzione: saponi, creme, formaggi, pane, riuso di oggetti e molto altro

Presentazione delle realtà e delle attività che costruiscono in questo territorio resistenze contadine, la rete ZOLLE NOMADI

Presentazione del libro con gli autori: “GENUINO CLANDESTINO viaggio tra le agri-culture resistenti ai tempi delle grandi opere”
Un libro che racconta il viaggio dal Piemonte alla Sicilia attraverso realtà agricole produttive e consolidate e piccole realtà nascenti grazie ai circuiti di economia solidale che varie associazioni e reti in tutta Italia portano avanti con la pratica dell’autorganizzazione.

…a seguire musica popolare….

Nell’estate in cui tutti  parlano di Expo e di “nutrire il pianeta” in molti si staranno chiedendo se davvero il modello proposto/imposto da Expo possa realmente garantire cibo di qualità per tutti e non solo per chi se lo può permettere.

Noi pensiamo che a questo modello esista un’alternativa ed è anche per questo che siamo alla ricerca di terra dove poter concretizzare questa nuova strada, che ha come riferimento il movimento di centinaia di realtà agricole e non che lottano per l’autoderminazione alimentare e che costruiscono attraverso pratiche solidali e sostenibili una risposta efficace al sistema neoliberista, che privilegia il profitto delle grandi multinazionali che devastano i territori con monocolture,  agenti chimici e OGM.

Da anni esiste una rete che tiene in connessione le realtà in lotta nelle campagne e quelle che lottano nelle metropoli contro le grandi opere inutili sviluppando cosi delle pratiche di mutuo aiuto. Realtà fatte di pratiche mutualistiche e di autogestione che anche nel nostro territorio (quello dei Castelli Romani e dei Monti Prenestini, le valli del Sacco e dell’Aniene, fino ad arrivare alla pianura Pontina) r-esitono e costruiscono pratiche che privilegiano un modello di agricoltura genuina e di qualità, sostenibile sia per chi produce che per chi ne fruisce.

Proprio per questo domenica 26 luglio presenteremo il libro di GENUINO CLANDESTINO. In una giornata che vuole essere un momento di conoscenza reciproca tra le reti e le associazioni presenti nel territorio, come il mercato contadino di Zagarolo, ma  anche un’ importante tappa nella costruzione di un percorso che ha come obbiettivo la costruzione anche a Zagarolo e dintorni di un nodo di questa rete solidale alla quale invitiamo tutti a partecipare!